COMUNICATO   Le associazioni, riunite nel Forum Salviamo il Paesaggio di Pinerolo hanno chiesto una audizione presso la II Commissione del Consiglio Regionale al fine di presentare le ragioni della propria avversità a qualunque indebolimento del Piano Paesaggistico Regionale, che consentisse l’edificazione nell’area ai piedi di Monte Oliveto (CP7). La Regione Piemonte ed il Ministero dei Beni Culturali hanno infatti riconosciuto chel’area di Monte Oliveto presenta un elevato valore paesaggistico, meritevole di salvaguardia e tutela, tanto che buona parte di quell’area viene dichiarata inedificabile proprio dalPiano Paesaggistico Regionale (PPR) in via di approvazione. E’ tuttavia noto che la precedenteamministrazione, guidata dal sindaco E. Buttiero, aveva presentato “osservazioni” al suddetto Piano, opponendosi alla dichiarazione di inedificabilità dell’area giacchè  il vigente P.R.G.C. prevederebbe invece un’ampia possibilità edificatoria. Le sottoscritte associazioni avevano pertanto inviato alla Regione Piemonte copia delle firme dei cittadini pinerolesi che si opponevano alla devastazione di “quel che resta della bellezza di Monte Oliveto”.   Nel caso dell’area ai piedi di Monte Oliveto, al principio di tutela del bene Paesaggio si aggiunge un secondo aspetto, non meno importante del primo: la difesa del territorio da dissesti idro-geologici in atto. Parlando in linea generale, siamo tutti a conoscenza di come la [...]

Categories: News 0 like

Le associazioni sottoscritte, riunite nel Forum Salviamo il paesaggio di Pinerolo, ritornano sulla vicenda della CP7 reiterando la richiesta di un incontro con la presente Amministrazione, al fine di conoscere quanto si sta delineando a riguardo dell’area ai piedi di Monte Oliveto (CP7).   La Regione Piemonte ed il Ministero dei Beni Culturali hanno infatti riconosciuto che l’area di Monte Oliveto presenta un elevato valore paesaggistico, meritevole di salvaguardia e tutela, tanto che buona parte di quell’area viene dichiarata inedificabile proprio dal Piano Paesaggistico Regionale (PPR) in via di approvazione. E’ tuttavia noto che l’amministrazione del sindaco Buttiero aveva presentato “osservazioni” al Piano Paesaggistico Regionale, opponendosi alla dichiarzione di inedificabilità dell’area, giacchè  il vigente PRGC prevederebbe invece una ampia possibilità edificatoria. A questo proposito, ribadiamo che un’ultriore offerta di edilizia residenziale in Pinerolo appare davvero “non necessaria”: palese è la quantità di case sfitte o invendute e “l’eccesso di offerta” non fa che diminuire il valore degli immmobili delle famiglie che, in passato, avevano investito buona parte dei risparmi proprio  sulla “casa”. Nel luglio scorso, le sottoscritte associazioni avevano pertanto inviato alla Regione Piemonte copia delle firme dei cittadini pinerolesi che si opponevano alla devastazione di “quel che resta della bellezza [...]

Categories: News 0 like

Sono state consegnate stamattina in Comune 900 firme di Cittadini di Pinerolo e dintorni,  raccolte a sostegno del Piano Paesaggistico Regionale per la  tutela  della collina di Pinerolo  ed in particolare  delle aree alla base della collina stessa, ai piedi di Monte Oliveto,  dove il vigente PRGC prevede una ampia possibilità edificatoria, per altro assolutamente non  necessaria alla luce della dinamica  demografica. Le associazioni riunite nel Forum Salviamo il paesaggio di Pinerolo che hanno promosso la raccolta di firme  confidano che la nuova Amministrazione Comunale, vista la grande adesione, proceda allo stralcio della zona CP7 dal PRGC. Copia delle firme sono state inviate all’Assessore all’Ambiente della Regione Piemonte Alberto Valmaggia. Alleghiamo la lettera al Sindaco di Pinerolo.

Categories: News 0 like

Comunicato stampa del Forum  Salviamo il Paesaggio  Le associazioni riunite nel Forum Salviamo il paesaggio di Pinerolo, richiamata la dichiarazione di notevole interesse pubblico della Collina di Pinerolo contenuta nel Piano Paesaggistico Regionale (PPR), sottolineano l’ importanza  che venga mantenuta la più rigorosa tutela  della collina stessa  ed in particolare  delle aree ai piedi di Monte Oliveto,  dove  il vigente PRGC prevede una ampia possibilità edificatoria su un’area denominata CP7 di mq. 32.646 con la costruzione di villette 2 piani fuori terra, per altro assolutamente non  necessaria alla luce della dinamica  demografica.  I cittadini pinerolesi hanno già  dimostrato vivo interesse alla  salvaguardia del paesaggio collinare della città quando nel 2011 sorse un Comitato spontaneo che in breve tempo raccolse un migliaio di firme  a sostegno della richiesta al Comune di Pinerolo  di disporre una variante al PRGC che eliminasse la possibilità di edificare in tale zona.  Il tentativo di bloccare l’operazione immobiliare si era scontrato con gli interessi dei costruttori che, con il ricorso al TAR, avevano minacciato di far pagare al Comune più di 8 milioni di euro di danni. L’attuale Sindaco nella primavera del 2012 ha ripristinato la situazione precedente e in tre anni non è stato costruito [...]

Categories: News 0 like

Come Associazione e gruppi che partecipano al Forum pinerolese per l’Urbanistica e il Territorio (Salviamo il Paesaggio Osservatorio 0121, Legambiente, Libera ecc.) abbiamo presentato il 20 aprile scorso le Osservazioni alla “Variante ponte”: la variante urbanistica generale al piano regolatore che l’Amm. comunale ha recentemente approvato.  In breve  vengono di seguito presentati i temi trattati Premessa A nostro parere, la variante strutturale denominata “Variante ponte” non risponde alle esigenze di una revisione dell’attuale -ipertrofico- Piano Regolatore, punto qualificante anche del programma elettorale dell’attuale Amministrazione. La Variante è piuttosto la mera addizione di piccoli “aggiustamenti”, volti a soddisfare le molteplici esigenze e richieste pervenute da cittadini e professionisti, senza tuttavia che queste siano inscritte in un disegno-progetto generale, organicamente compiuto. L’effetto “perverso”. Mentre la Variante sembra prospettare una riduzione (minima!) degli “abitanti teorici” ( passando da 54.420 a 52.520 abitanti teorici), in realtà si conferma l’ipertrofia del Piano Regolatore in vigore: a fronte di dati storici demografici che attestano per Pinerolo una popolazione reale intorno ai 36.000 abitanti, si consente ancora il permanere di cubature residenziali sufficienti ai 52.520 “abitanti teorici”. Inoltre il risparmio di consumo di suolo dichiarato dalla Variante è dovuto solo in minima parte alla riduzione della “capacità [...]

Categories: News 0 like

La vicenda dei Portici Blu che ha appassionato le discussioni dei  Pinerolesi non è più nei riflettori della cronaca, per questo, per fare un po’ il punto vi proponiamo un breve riassunto di quanto è avvenuto sinora: - luglio 2013 il consiglio comunale approva  il piano delle alienazioni che contiene la vendita con variazione destinazione d’uso della piazza dei portici Blu di Pinerolo prevista l’alienazione della piazza con permesso di costruire un immobile di almeno 11 piani fuori terra aderente al grattacielo - nei mesi successivi si crea un comitato per la difesa della piazza , oltre a sensibilizzare le persone del quartiere Salviamo il paesaggio e difendiamo i terriotri di Pinerolo tiene una assemblea serale aperta di discussione sull’argomento con la popolazione, - tra agosto e ottobre 2013 si raccolgono 601 firme di cittadini su una proposta di delibera che richiede al consiglio comunale di stralciare i portici blu dal piano delle alienazioni. - la proposta di delibera viene discussa in consiglio comunale nel dicembre 2013 nell’illustrare la proposta di delibera in consiglio comunale i rappresentanti del comitato Salviamo il Paesaggio difendiamo i territori avanzano una proposta di mediazione la quale prevede di innescare un processo partecipato con la [...]

Categories: News 0 like

dall’ articolo di Luca Martinelli, http://www.altreconomia.it/site/fr_contenuto_detail.php?intId=4945   Il 5 dicembre, in occasione della “Giornata mondiale del suolo” è stata depositata presso la Treccani una definizione della parola, che ne specifica alcune caratteristiche, come la “non rinnovabilità”, con il fine della tutela. Prende spunto dai documenti della Commissione europea, con l’obiettivo di superare i limiti della legislazione italiana, secondo la quale sarebbero suolo anche “il territorio, il sottosuolo, gli abitati e le opere infrastrutturali” L’Italia non sa che cosa sia il suolo, ed è per questo che il 5 dicembre, in occasione della Giornata mondiale del suolo promossa dalla FAO, una definizione di questa parola verrà depositata presso l’Istituto dell’enciclopedia italiana, la Treccani. “È un atto simbolico -racconta ad Ae Paolo Pileri, professore di Pianificazione territoriale ambientale al Politecnico di Milano e promotore dell’iniziativa-. Considero la Treccani una sorte di ‘banca buona’ delle parole, e mi piace l’idea che vengano depositate in un luogo dove non vengono modificate in continuazione. Come una ‘cassetta di sicurezza’, dove riponiamo le cose che hanno valore. quelle che amiamo. Per questo -aggiunge Pileri- depositiamo la definizione internazionale più estesa di suolo, in modo che anche al legislatore italiano resti un riferimento culturale”. In Italia, infatti, [...]

Categories: News 0 like

Giovedì 13 novembre si è tenuta presso la sala di rappresentanza del Comune di Pinerolo una riunione promossa dall’Amministrazione Comunale sul “Documento programmatico relativo alla pianificazione urbanistica”. Questo documento, presentato a gennaio in un primo incontro, a cui le Associazioni presenti sul territorio avevano fatto le loro osservazioni, è stato approvato dal consiglio comunale il 25 marzo scorso. Avevamo già fatto presente che  l’approvazione il 25 marzo da parte del Consiglio Comunale delle linee programmatiche non teneva in gran conto le osservazioni inviate dalle associazioni dopo l’incontro di gennaio. Durante l’incontro è stato fatto rilevare che gli obiettivi dichiarati nel documento di programmazione solo in parte vengono perseguiti  nella variante ponte. Il risparmio di consumo di suolo, è dovuto solo in minima parte alla riduzione della capacità edificatoria,  mentre  in gran parte è dovuto alla riduzione delle infrastrutture previste nel PRG (non è più prioritaria la viabilità di bordo sud e la strada al contorno di Villaggio San Giacomo di Riva). Le riduzioni di cubatura, specialmente in area CPS1, con il passaggio a tipo di costruzioni con meno piani sono abbastanza ininfluenti sul consumo di suolo. Ci sono per la verità alcune nuove aree che vengono riconvertite o destinate a [...]

Categories: News 0 like

Il sito Eddyburg ha lanciato un appello contro la bozza di legge “Principi in materia di politiche pubbliche territoriali e trasformazioni urbane” predisposto dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi.  Il documento afferma :” A nostro parere essa è il culmine della strategia e della pratica che hanno prevalso negli ultimi anni nel nostro paese, distruggendone la vivibilità e la bellezza. A differenza di altri riteniamo che quella del ministro Lupi e del suo gruppo di lavoro sia una proposta non emendabile.   Lo sforzo di proporre “depeggioramenti” non farebbe che accreditarla.”   L’unico obiettivo perseguibile, secondo le persone che hanno redatto questa “lettera aperta al ministro Lupi”, l’hanno firmata e la firmeranno, è quello di arrestarne il cammino.    Trovate  a questo indirizzo  il testo completo della “lettera aperta” e le modalità di adesione.

Categories: News 0 like

Osservatorio 0121 – “Salviamo il paesaggio difendiamo i territori”  ha presentato le osservazioni alla delibera del 29 luglio 2014 con cui il .Consiglio Comunale fa ripartire l’iter per l’adozione della variante urbanistica ai sensi dell’art. 16bis della L. R. 56/77 riguardante l’area pubblica “Portici Blu” con la nuova verifica di non assoggettabilità alla VAS a firma dall’Arch. Geuna. Le osservazioni riguardano sia la relazione illustrativa allegata alla delibera che la verifica di assoggettabilità alla VAS. In particolare, per quanto riguarda quest’ultimo documento le osservazioni fanno rilevare: - con la sentenza della Corte Costituzionale n. 197 dell’11 luglio 2014 la VAS viene richiesta anche per aree di piccole dimensioni - nella “descrizione e simulazione dell’intervento edilizio” manca completamente la dimensione urbanistica della valutazione, non emergono effetti e impatti urbanistici mancano ilnumero di abitanti insediati,e l’ incremento delle esigenze di parcheggi -  le informazioni relative al cantiere sono irrilevanti; il cantiere, verosimilmente, potrebbe durare anche diversi anni con la necessità di occupazione di strade e spazi pubblici con notevole disagio per gli abitanti e gli esercizi commerciali - non vengono trattati i problemi indotti dagli aspetti strutturali del nuovo edificio (requisiti antisismici, vicinanza/aderenza al grattacielo, estensione delle fondazioni di base); sembra siano [...]

Categories: News 0 like